BIA 101 New Edition Akern

BIA 101 NEW EDITION Akern

E’ lo strumento ideale per l’indagine in terapia e diagnostica nutrizionale per adulti e bambini, presenta il 100% di affidabilità supportata da oltre 3000 studi scientifici di validazione

BIA 101 New Edition è un vero e proprio “laboratorio d’analisi” progettato per ottenere il maggior grado di accuratezza possibile nell’analisi di composizione corporea.

Si tratta di un bioanalizzatore vettoriale di impedenza di ultima generazione, in grado di identificare le variazioni fisiologiche tramite analisi dei segnali bioelettrici dell’organismo.

La validazione dei risultati della composizione corporea con BIA 101 New Edition è garantita da una serie di accertamenti sui principali elementi che determinano il risultato dell’analisi:

  • sulla misura: l’unico sistema che, grazie al microcontrollore interno, garantisce l’affidabilità della rilevazione elettrica. Un set di allarmi avverte in caso di misure alterate da fattori non fisiologici;
  • sullo stato di idratazione del paziente, tramite tecnica Akern BIVA in grado di rilevare lo stato di idratazione direttamente dalla misura bioelettrica senza l’utilizzo di stime;
  • sull’utilizzo di protocolli, tecniche ed equazioni validati dai maggiori centri di clinica e ricerca a livello internazionale.
BIA 101 NEW EDITION Akern

L’Analisi BIA Vettoriale non utilizza modelli matematici di ripartizione del peso corporeo in compartimenti, come in genere fanno gli analizzatori convenzionali di vecchia generazione, bensì è basata su grandezze elettriche direttamente correlate all’idratazione e allo stato di nutrizione del soggetto: ciò la rende una tecnica altamente sensibile utilizzabile in qualsiasi condizione fisiologica, permettendo di conoscere a priori l’affidabilità e la precisione delle stime ottenute con l’analisi convenzionale.

L’analisi impedenziometrica si basa sulla misura della resistenza opposta dal corpo umano al passaggio di una corrente elettrica alternata ad una frequenza fissa di 50 kHz, per via transcutanea, tramite due elettrodi di superficie (denominati iniettori) e posti sul dorso della mano e del piede. Una seconda coppia di elettrodi (denominati sensori) ha il compito di registrare la resistenza del nostro organismo al passaggio della corrente applicata. Questa opposizione al passaggio della corrente è denominata Impedenza (Z). L’impedenza consta di due diverse componenti: la resistenza e la reattanza.

Tutte le strutture biologiche offrono una resistenza (Rz) al passaggio di una corrente elettrica che rappresenta la forza che un conduttore oppone al passaggio della corrente. I tessuti privi di grasso sono buon conduttori: essi sono ricchi di fluidi corporei che oppongono al passaggio della corrente alternata una bassa resistenza. Al contrario i tessuti adiposi e le ossa sono cattivi conduttori in quanto poveri di fluidi ed elettroliti, divenendo così una via elettrica fortemente resistiva.
La Reattanza (XC) è la forza che un condensatore oppone al passaggio di una corrente elettrica. Le cellule presenti nell’organismo si comportano come dei condensatori che oppongono alla corrente alternata una resistenza capacitiva. La reattanza è quindi una misura indiretta delle membrane cellulari integre ed è proporzionale alla massa cellulare corporea.

LE PRINCIPALI INDICAZIONI FORNITE ATTRAVERSO L’ANALISI IMPEDENZIOMETRICA SONO LE SEGUENTI:

  • Acqua Totale in litri e in percentuale
  • Acqua Intracellulare in litri e in percentuale
  • Acqua Extracellulare in litri e in percentuale
  • Rapporto tra Massa Intracellulare ed Extracellulare
  • Angolo di fase
  • Indice di Massa Corporea (BMI)
  • Indice di Massa Cellulare Corporea (BCMI)
  • Massa Cellulare in kg e in percentuale rispetto al peso
  • Massa Grassa in kg e in percentuale rispetto al peso
  • Massa Magra in kg e in percentuale rispetto al peso
  • Massa Muscolare in kg e in percentuale rispetto al peso
  • Metabolismo basale in kcal
  • Nomogrammi di idratazione e di cellularità
  • Indice di Idratazione